Maria Teresa Borneo, Customer Care

Maria Teresa Borneo, Customer Care

Mantenere sempre caldo il mood della clientela, coccolando chi, non importa quando e per cosa, sia entrato in contatto con il mondo Ford. E’ ciò di cui si occupa, con successo, Maria Teresa Borneo, responsabile del Customer Care di Ford Blu Center.

In qualche modo, può essere definita la voce dell’Ovale blu in provincia di Avellino, una veterana nel settore commerciale dell’automobile.

«Ero ancora all’Università quando, ormai 23 anni fa, ho iniziato a lavorare per la famiglia Napodano. Il nonno di Fabio Grillo, l’attuale ceo di Ford Blu Center, mi diede questa opportunità. Nel tempo, ho cambiato vari marchi. Ma non ho mai abbandonato questa che è una straordinaria, grande famiglia».

Il lavoro di Maria Teresa Borneo è incentrato prevalentemente sul contatto, le relazioni e le motivazioni. Bisogna saper toccare le corde giuste per fidelizzare la clientela e legarla al brand.

«Prima di parlare, ascolto molto ciò che le persone hanno da dire. Anche quando muovono qualche critica. Saper ascoltare è fondamentale per entrare in sintonia e fornire risposte adeguate a ciò che viene richiesto».

Soprattutto negli ultimi tempi, il lavoro di chi si interfaccia con potenziali acquirenti o con clienti che devono recarsi in officina per il tagliando e la manutenzione non è dei più agevoli.

«Bisogna saper creare subito quell’empatia utile al raggiungimento del risultato – evidenzia Maria Teresa Borneo -. Anche quando il cliente appare ostico, critico rispetto alla spesa che dovrà affrontare bisogna saperlo ascoltare, coccolare. E alla fine ringraziano sempre tutti per la disponibilità che incontrano».

Proprio il rapporto che si crea tra il cliente ed il servizio di Customer Care, che sonda la qualità della relazione, fornisce la migliore risposta all’azienda.

«Indubbiamente, sotto il profilo personale, c’è grande soddisfazione quando un cliente ti ringrazia per la disponibilità o chiama in azienda chiedendo direttamente di te, perché ricorda di essere stato trattato bene, di essere stato compreso».

Il tema prezzi, manco a dirlo, è quello sul quale la responsabile del servizio qualità dei clienti deve saper fornire le risposte più esaurienti. Anche in questo caso, il punto di forza di Ford è proprio il “calore” che si percepisce nel rapporto che si va instaurando.

«Capita che qualcuno chieda di posticipare, ad esempio, il tagliando, perché dice che in quel momento ha problemi economici. Noi cerchiamo sempre di essere comprensivi e di venire incontro ad ogni richiesta. Ecco perché, nel tempo, si genera un rapporto solido, di fiducia».

L’aspetto umano è centrale nel lavoro di Maria Teresa Borneo. Ed, a volte, lascia il segno sotto il profilo emotivo.

«Una nostra vecchia cliente ci ha chiamato raccontandoci di aver perso il marito a causa del Covid. Era lui che si preoccupava delle scadenze, era lui che ci contattava per fissare gli appuntamenti. Ora, non essendoci più, mi ha chiesto se potessi prendere io il suo posto, chiamandola per ricordarle gli appuntamenti in officina. Quella telefonata mi ha commosso – ammette in conclusione Maria Teresa Borneo -. Credo che questo sia il più grande successo per chi fa il mio lavoro: un profondo senso di fiducia che non viene scalfito nemmeno dai momenti più duri che si affacciano alla vita di ognuno di noi».

TI CUCINO UN RACCONTO”: AL VIA IL CONCORSO DI LETTERATURA PER RACCONTARE IL LEGAME TRA CIBO E SCRITTURA

TI CUCINO UN RACCONTO”: AL VIA IL CONCORSO DI LETTERATURA PER RACCONTARE IL LEGAME TRA CIBO E SCRITTURA

L’associazione culturale di Avellino “ParoleTraNoiLeggere” promuove la prima edizione del concorso letterario “TI CUCINO UN RACCONTO”.

Documenti Scaricabili

Comunicato STAMPA

Il binomio letteratura e cucina o cibo ha sempre costituito un elemento distintivo della letteratura e della cultura, in particolare della tradizione, ma anche dell’innovazione e della sperimentazione.

L’associazione culturale irpina, attraverso un racconto breve che introduce un racconto di cucina o viceversa una ricetta che possa fare da traino ad un intreccio narrativo, vuole dare così un’opportunità di visibilità a tutti gli autori di racconti inediti.

Il concorso si ispira all’opera “Il Pranzo di Babette” della scrittrice danese Karen Bixen, celebre racconto in cui l’eccezionale bravura di una chef rende quel pranzo un’esperienza indimenticabile per i commensali.

“Vogliamo leggere storie che rafforzino il legame tra scrittura e cibo, tra capacità di invenzione e tradizione, per restituirle in una forma scritta che possa diventare eredità comune. Storie che siano in grado di legare un racconto ad una ricetta che richiami la loro terra o i loro costumi”.

Il concorso di letteratura, organizzato dall’associazione ParoleTraNoiLeggere, invita alla partecipazione tutti gli autori, senza limiti di età e di genere, di racconti inediti, affermati o esordienti. Sono esclusi dal concorso i racconti già pubblicati in formato digitale (ebook) o pubblicati sui siti, blog o social network.

Al vincitore andrà la somma in denaro di 500 euro.

Oltre al lavoro letterario che risulterà vincente, i dieci migliori racconti riceveranno la possibilità di pubblicazione in una raccolta.

Gli scrittori hanno tempo fino al 20 Ottobre 2022 per presentare il racconto.

Il costo di iscrizione è di 15 euro per i diritti di segreteria.

Il vincitore sarà decretato entro il 30 Dicembre 2022, dalla giuria composta da:

  • Emilia Bersabea Cirillo (presidente)
  • Franco Festa (giurato)
  • Titti Marrone (giurato)
  • Fabrizio Mangoni (giurato)
  • Mafalda Fusilli (segretario)

Per ulteriori informazioni paroletranoileggere1@gmail.com


La Blu Center supporta l’iniziativa culturale con una sponsorizzazione

Mattia Zara, il meccanico.

Mattia Zara, il meccanico.

Di padre in figlio, quasi a voler sottolineare un upload che implementa nuove tecnologie su un hardware che è già di per sé una garanzia di affidabilità.

Mattia Zara non ha nemmeno trent’anni ed è già un solido pilastro della scuderia di meccanici Ford Blu Center.

Inutile dire che crescendo nel mito del papà Domenico, storico meccanico del gruppo e Capo dell’Officina Ford Blu Center, la sua formazione professionale ha avuto una forte spinta emotiva ed emulativa.

Oggi, il più giovane meccanico dell’Ovale blu di Torrette di Mercogliano è un assoluto punto di riferimento per clienti e colleghi.

Dopo il diploma di operatore meccanico presso l’Istituto professionale “Amatucci” di Avellino, Mattia è entrato subito a contatto con i motori, formandosi presso un’autofficina  dove ha avuto modo di approfondire ogni aspetto della meccanica e, contemporaneamente, studiare e specializzarsi come tecnico elettronico.

Il resto è storia recente. L’ingresso in Ford avviene nel 2016: con il suo bagaglio di esperienza, Mattia, dopo una serie di approfonditi corsi specialistici presso casa madre, è entrato a far parte del delicato segmento dell’officina, quello che si occupa della diagnostica elettronica, cuore dei motori Ford.

«Il mio compito è quello di risolvere i problemi di natura elettronica che si verificano sui veicoli – spiega Mattia Zara -. Nelle auto moderne, la centralina elettronica è il cuore di ogni mezzo, il centro propulsivo da cui tutto parte».

Quando entra in officina una vettura a cui la spia ha segnalato un guasto, Mattia verifica quanto raccontato dal cliente e si mette subito in contatto con i tecnici Ford a cui la centralina TCU ha già segnalato l’anomalia. Naturalmente, il primo confronto interno avviene con il responsabile del settore manutenzione, il papà Domenico.

«Ogni auto, tramite la centralina elettronica, è collegata alla casa madre. Con i miei colleghi di Ford – spiega il tecnico dell’elettronica –, mi interfaccio per analizzare i problemi e fornire una risposta esauriente in tempi brevi. Insieme capiamo cosa sia accaduto e come intervenire».

Tra i punti di forza dell’assistenza tecnica di Ford Bku Center c’è la tempestiva delle risposte e delle soluzioni che vengono fornite al cliente.

Di norma, non trascorrono più di dieci minuti prima che venga individuata l’anomalia e fornita la soluzione. Chiaramente, i tempi di ripristino dipendono dalla gravità del guasto segnalato.

«Grazie agli aggiornamenti tecnologici, alla formazione cui costantemente mi sottopongo riusciamo a fornire assistenza davvero rapidamente. Tra l’altro – ricorda Mattia Zara –, il sistema di monitoraggio delle vetture, tramite l’app Ford Pass, consente a chiunque di avere costantemente sotto controllo la propria auto, con aggiornamento in tempo reale della centralina».   

Franca Greco, l’amministrazione.

Franca Greco, l’amministrazione.

Dal profondo sud al laborioso nord e ritorno, con un bagaglio di esperienza comune a pochi, Franca Greco è il metronomo di Ford Blu Center, la responsabile dell’amministrazione e della contabilità, la bussola economica dei reparti.

La sua è una storia in cui la determinazione e la passione fanno il paio con la competenza e la casualità.

Dalla Calabria, Franca nel 2003 si ritrova, dopo la laurea in economia, a sgomitare nel cuore della Lombardia che produce.

La sua voglia di mettersi in gioco la porta a varcare l’ingresso di una concessionaria Bmw a Varese.  Donne e motori in questo caso producono gioia e crescita professionale.

«Per nove anni ho seguito la contabilità della concessionaria poi, il trasferimento in Campania di mio marito mi ha portato a dover fare una scelta. Ho seguito il cuore. E ho fatto bene».

Quando arriva ad Avellino, Franca Greco non conosce praticamente nessuno. A fare da trait d’union tra la sua vita ed il nuovo contesto ci pensa… il figlio.

La scuola dell’infanzia è il luogo in cui Franca incontra Fabio Grillo e Mafalda Fusilli.

Ad accomunarli è la vita genitoriale. Ma nulla succede per caso. E l’incontro, presto, manifesta anche altro in comune: l’esperienza nel mondo dell’auto.

Una parola tira l’altra e, tra un biberon ed un motore ibrido, ecco che scocca la scintilla che porta Franca Greco a varcare un altro ingresso di un salone automobilistico, a circa mille chilometri di distanza dal precedente.

«Ero senza lavoro e quando Fabio e Mafalda mi hanno chiesto se volessi entrare a far parte della loro squadra non ho esitato un attimo ad accettare – racconta Franca Greco -. Mi è bastato davvero poco per riprendere quel cammino interrotto qualche anno prima e ritrovarmi al cospetto della contabilità ordinaria di un’azienda che posso dire presenta un’organizzazione degna delle più grandi realtà imprenditoriali del nord».

L’impostazione manageriale che l’AD Fabio Grillo ha dato a Ford Blu Center ha aiutato la nuova responsabile della contabilità ad inserirsi nel nuovo sistema di lavoro.

«Qui ho trovato una grande organizzazione del lavoro, con una dettagliata suddivisione dei compiti e dei ruoli. Il vero punto di forza che ho riscontrato in Ford rispetto a quanto vivevo a Varese sono i rapporti interpersonali. Lì, tra datore e dipendenti c’erano rapporti più distaccati, qui invece le relazioni sono più confidenziali e collaborative. Ed influiscono positivamente sulla produttività, perché ognuno, in qualsiasi reparto, si sente parte di un progetto e non un mero numero.

Insieme a Mafalda Fusilli, Maria Teresa Borneo e Felicia De Blasio, Franca Greco rappresenta la forza rosa dell’ovale blu di Mercogliano.

«L’essere uniti è un grande punto di forza, la solidarietà femminile poi è un qualcosa che rende ancor più piacevole l’esperienza lavorativa – ammette Franca Greco -. Un clima di serenità e di condivisione che viene percepito dai nostri clienti, che siamo sempre pronti ad accogliere con il sorriso sulle labbra».

Domenico Zara, il capo officina.

Domenico Zara, il capo officina.

Quando si dice avere il proprio meccanico di fiducia. Domenico Zara è molto più di un profondo conoscitore dei motori, è quella figura che, come avrebbe detto Lucio Battisti, “con il cacciavite in mano fa miracoli”.

D’altronde se da 34 anni Domenico Zara è il riferimento di una famiglia e gruppo imprenditoriale che, in provincia di Avellino, è sinonimo di automobili, qualcosa vorrà pur dire.

Prima di approdare alla Ford Blu Center di Fabio Grillo, l’attuale capo officina ha girato tutti i brand di famiglia, iniziando sul finire degli anni ’80 con la Fiat per poi passare nelle officine Opel e Renault.

Il suo vanto professionale è il forte legame che, nel tempo, è riuscito a creare con i clienti.

«Non nascondo che qualcuno sia passato alla Ford dopo aver saputo che c’ero io» si schernisce. Eppure, è davvero così.”

Perché Domenico Zara incarna alla perfezione la figura del meccanico di un tempo, quello capace di ascoltare il motore e di intervenire per risolvere ogni problema.

Per essere sul pezzo e conquistare importanti share of mind dei clienti, occorre anche saper leggere nella mente di chi affida la propria auto a mani che vuole siano esperte. Non tradire questa fiducia è il biglietto per creare un legame duraturo nel tempo.

«La fiducia è il punto di partenza di un rapporto che si concretizza ad ogni visita in officina – spiega il responsabile meccanico di Ford Blu Center -. Io conosco quasi tutti i miei clienti. Quasi tutti hanno un legame particolare con l’officina. Qualcuno ha scelto prima l’officina e poi il modello di auto».

Il legame tra auto, cliente e personale che si occupa dell’assistenza in casa Ford Blu Center è un valore non trascurabile. Ecco perché per la sede di Mercogliano dell’Ovale blu, il ruolo che svolge Domenico Zara va oltre le competenze meccaniche.

«In generale, oggi il ruolo del meccanico è profondamente cambiato. La maggior parte dei problemi che riscontrano riguardano il lato elettronico. Ma occorre essere costantemente aggiornati per poter capire come intervenire in maniera tempestiva ed efficace. La formazione del personale – spiega il capo officina – abbinata ad una componentistica elettronica targata Ford che ha davvero poca concorrenza rappresenta un punto di forza e di garanzia per chi acquista una vettura Ford».

Domenico Zara coordina un team di meccanici composto da 4 risorse. Il più giovane si chiama Mattia. Ha 29 anni. Ed è il figlio di Domenico.

A conferma di quanto il lavoro di squadra nell’autofficina di Ford Blu Center sia basato su legami forti ed indissolubili.

Apri chat
Scrivi
Ciao 👋
possiamo aiutarti?